Qualcuno inserisce una VHS in un videoregistratore. La cassetta va in play, sullo schermo compaiono immagini televisive di ogni tipo. Le immagini sono consumate dal tempo, spesso irriconoscibili. Sono i ricordi d’ infanzia di Beatrice. Come le VHS inevitabilmente rovinate dal tempo, allo stesso modo lo sono i suoi ricordi. Inizia così un percorso di elaborazione personale in cui rivive il rapporto con la madre malata. La ricerca è faticosa, le immagini si mischiano e si ricompongono assumendo significati del tutto nuovi. Grazie a questa dolorosa ricerca, ricostruisce la propria narrazione più intima per provare a ritrovare ciò che aveva perduto.

SFOGLIA IL PRESSBOOK

  • Facebook

GUARDA IL TRAILER

COSA DICONO DEL FILM

1280px-Rai_News_24_-_Logo_2013.svg.png
Logo-Rai-Radio-Isoradio.png
la-nazione-2.png
logo-Avvenire.png
1280px-TGR_logo.svg.png
logo_radioinblu.png